STORIE E LETTERATURE ITALIANE DI NIZZA E DEL NIZZARDO – Giulio Vignoli

12,00

150 anni fa Nizza e il suo territorio vennero ceduti alla Francia, dopo un plebiscito truccato dalle autorità piemontesi di comune accordo con quelle francesi, in ottemperanza agli accordi di Plombières che prevedevano, in cambio delle mutilazioni territoriali (anche della Savoia), l’aiuto di Napoleone III nella Seconda Guerra d’Indipendenza.

150 anni fa Nizza e il suo territorio vennero ceduti alla Francia, dopo un plebiscito truccato dalle autorità piemontesi di comune accordo con quelle francesi, in ottemperanza agli accordi di Plombières che prevedevano, in cambio delle mutilazioni territoriali (anche della Savoia), l’aiuto di Napoleone III nella Seconda Guerra d’Indipendenza.
Nizza (e la sua Contea) si era data liberamente nel 1388 ai Savoia con l’impegno di quest’ultimi che mai sarebbe stata ceduta ad altro Stato o Signore…
In questo pamphlet viene illustrata anche la letteratura italiana di Nizza e del Nizzardo e di Briga e di Tenda (cedute anch’esse alla Francia dopo la sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale), con precisi riferimenti storici che ristabiliscono la verità ignorata sulle vicende di queste terre.
Oltre che della storia italiana di Nizza e del Nizzardo, anche della loro letteratura italiana nulla o quasi si sa in Italia, mentre in Francia esse vengono volutamente tenute nascoste per motivi politici.
Un libro di denuncia, quindi, che vuole sollevare la spessa coltre dell’ignoranza e dell’oblio italiani e della congiura francese del silenzio. Nizza non era così “francese” come si vuol far credere.

Fuori Collana
Formato: cm 12×20
Pagine: 136
Rilegatura: Brossura Filo refe
ISBN: 978-88-96986-04-2

Categoria:

Autore