Recensioni Test






Recensioni

Oudry

“NIENTE LIBRI DI ROUTINE: CONTA SOLO L’ONORE”. DIALOGO CON MANUEL GRILLO

DAVIDE BRULLO - PANGEA

Che la bellezza sia difficile mi è sempre parsa un’ovvietà. Solo i gonzi seguono la direzione obbligata dai cartelli, scavano dove la mappa dice X, si accontentano di ciò che propone il menù del burgherificio librario. Di solito, si frequenta il sottosuolo, si fa […]

Continua

Elogio della Vanità. Pagine corrosive sul male oscuro dell’industria culturale

LUIGI MASCHERONI – IL GIORNALE. La (ri)scoperta. Un testo scritto da un autore eretico, sul peggiore dei peccati umani, prima «censurato», poi casualmente perduto, rimasto di fatto inedito per quasi cinquant’anni, e ora pubblicato, ma non ancora distribuito, da un editore a lungo ideologicamente snobbato, che qui a Torino non ha neppure uno stand, e […]

Continua

Manuel Grillo e le coraggiose edizioni “Settecolori” nel solco del padre Pino

ROSALINDA CAPPELLO. Un bambino dal sorriso dolce, con la guancia appoggiata alla spalla del padre che gli sorride, a sua volta, da sotto il suo nero “baffo importante”. Questa è la prima immagine, in una foto in bianco e nero sulla copertina del libro Era mio padre, che m’introduce alla storia affascinante, visionaria, coraggiosa e poetica […]

Continua

Sopra l’eskimo, i Ray-Ban: quel giorno in cui i compagni incontrarono i fasci…

MARCELLO VENEZIANI – IL GIORNALE. Torna in libreria C’eravamo tanto a(r)mati. Trent’anni fa ci fu il primo dialogo post-ideologico tra intellettuali di sinistra e di destra. Una lezione per questi tempi troppo faziosi?La civiltà del dialogo fu un bene in sé anche se non produsse nuove sintesi né opere memorabili. Ma il clima, dopo il […]

Continua

C’eravamo tanto a(r)mati, “Il giorno in cui ho scoperto gli amici fasci”

GIAMPIERO MUGHINI – LIBERO. Torna il libro sui ’70 che univa intellettuali di destra e sinistra: finiva la stagione dell’odio Caro Francesco (Borgonovo), quando ieri mi hai telefonato a dirmi che c’è in giro una nuova edizione di C’eravamo tanto a(r)mati (Edizioni Settecolori, pp. 230, euro 20) il libro del 1984 che connota così tanto […]

Continua

«Padre Pio sepolto fra simboli massonici»

ANDREA TORNIELLI – IL GIORNALE. Francesco Colafemmina, autore di un libro sul nuovo santuario di Renzo Piano: «Già la forma a conchiglia è un riferimento alla loggia. E poi sono assenti chiari segni cristiani: anche i fedeli rimangono sconcertati» Padre Pio da Pietrelcina, il santo stimmatizzato che nel 1913 si lamentava per quei «disgraziati fratelli» […]

Continua